La Cisl Fp presenta il dossier sul lavoro agile, la nuova frontiera per la Pubblica amministrazione

La Cisl Fp ha realizzato un dossier sul lavoro agile, una modalità flessibile di svolgimento del rapporto di lavoro, sganciata sia dal luogo fisico che dai tempi di lavoro, per consentire forme innovative di organizzazione da cui tanto l’amministrazione quanto il singolo dipendente possono trarre vantaggio. Una sinergia più evoluta e performante tra le rispettive esigenze, che sono anche – ma non soltanto – quelle relative alla conciliazione tra vita privata e professionale. Una concezione, quindi, che bypassando la centralità e fissità del luogo e dell’orario si pone come obiettivo i risultati. I riferimenti all’adozione di misure sperimentali che agevolino la diffusione del lavoro agile contenuti nell’art. 14 della legge 124/2015 (legge Madia), l’adozione di una direttiva ad hoc del Dipartimento della Funzione pubblica, n. 3/2017 e l’espressa previsione nell’atto di indirizzo per la riapertura dei tavoli di contrattazione nel pubblico impiego di soluzioni contrattuali tese ad assicurare flessibilità oraria attraverso modalità che consentano di conciliare le esigenze delle persone, le esigenze organizzative e di bisogni dell’utenza, sono tutti elementi atti a stimolare anche nel pubblico impiego l’utilizzo di nuove modalità di organizzazione del lavoro basate sulla flessibilità lavorativa, sulla valorizzazione delle risorse umane, sulla razionalizzazione delle risorse strumentali disponibili nell’ottica di una maggiore produttività ed efficienza. Il dossier vuole essere no strumento di conoscenza più approfondita del lavoro agile e stimolarne la corretta implementazione nell’ambito dei rapporti di lavoro alle dipendenze della Pa anche attraverso un coinvolgimento delle organizzazioni sindacali.

Allegati:

Laura Compagnino

Giornalista professionista, responsabile comunicazione e ufficio stampa della Cisl Fp Palermo Trapani

You may also like...